“Il significato della parola inglese coach è sia cocchio, un mezzo per andare da un luogo a un altro, che allenatore/insegnante.

Il Mental Coaching integra i due concetti: è un mezzo per andare da un luogo a un altro, per raggiungere una condizione desiderata a partire da quella attuale, attraverso un percorso di allenamento.”

 

 

Il Mental Coaching ha una natura multidisciplinare, che riunisce in sé principi e contributi della filosofia classica, dell’ambito sportivo, dell’ambito del management aziendale, della psicologia cognitiva e umanistica, fino alla psicologia positiva, accomunati dall’impegno nel miglioramento dell’individuo e del suo benessere.

Che cos’è il Coaching?

Il Mental Coaching è un’attività attraverso la quale una persona (il coach) aiuta altre persone a scoprire, potenziare e usare al meglio le proprie risorse, per raggiungere obiettivi e superare ostacoli. Si tratta di un’attività professionale in rapida ascesa in Italia e molto popolare in altri Paesi, soprattutto di estrazione anglosassone, proprio grazie ai risultati che permette di raggiungere.

Quali sono i suoi obiettivi?

Lo scopo del Mental Coaching è raggiungere l’obiettivo della persona in tempi relativamente brevi. Le metodologie applicate sono orientate al risultato, ossia centrate sulla soluzione, piuttosto che sul problema. La persona viene aiutata a costruirsi il futuro che desidera, utilizzando tutti gli strumenti possibili e attivando le risorse necessarie perché quel futuro diventi realtà.

Come funziona?

Il Mental Coaching consiste in un lavoro uno a uno tra il Coach e la singola persona, attraverso una serie di incontri individuali della durata variabile a seconda delle esigenze. Il Personal Coach è di aiuto nell’utilizzare tutte le proprie risorse per superare le difficoltà e raggiungere gli obiettivi prefissati. Generalmente si avvia con un colloquio personale per valutare le attuali opportunità e sfide in programma, per definire le finalità della relazione, per identificare le priorità di azione e per stabilire quali siano i risultati specifici che si vogliono raggiungere.

Quali sono i benefici?

Lavorando per obiettivi, il primo e importante beneficio è il raggiungimento di quell’obiettivo che la persona si è prefissata. Senza voler essere esaustivo alcuni dei benefici che si possono raggiungere sono: una maggior fiducia in se stessi e nelle proprie capacità; una maggior autostima; un rafforzamento del proprio equilibrio personale; una miglior consapevolezza delle proprie aree di miglioramento; una maggior propensione all’azione; una miglior qualità della vita personale e professionale.

Per chi è il Coaching?

E’ per chiunque voglia stare al meglio.

E’ prima di tutto una persona “sana”, con uno spiccato desiderio di benessere e crescita personale, caratterizzata da una volontà di cambiamento e di stare al meglio realizzando i propri obiettivi, senza l’ineluttabile rassegnazione del “tanto non cambierà mai niente”.

Il Coach aiuta la persona a smuovere quelle leve interiori che lo hanno tenuto fermo nell’insoddisfazione e nell’immobilismo durante un periodo della propria vita. Sostiene la persona e la conduce dallo stato attuale allo stato desiderato.

 

Chiedere aiuto o rivolgerti ad un Coach non è segno di debolezza, bensì è sintomo di cambiamento, voglia di migliorare e migliorarsi.

 

Tutti abbiamo il diritto di essere felici!