La paternità del counselling è attribuita a Carl Rogers (1902-1987), psicologo umanista promotore dell’orientamento noto come “approccio centrato sulla persona”. Il termine Inglese counselling si riconduce al verbo latino consulo col significato di “avere cura di”, “venire in aiuto”.

Il counselling insegnato alla WAY può essere definito come una relazione d’aiuto nella quale il counsellor, guidato dai valori umanistici dell’empatia, stima positiva incondizionata e onestà, aiuta la persona che attraversa un periodo di stress ad allenare la mente a sviluppare la fiducia necessaria per sentirsi in grado di far fronte al cambiamento e perseguire i propri obiettivi. I periodi di stress possono essere provocati da cambiamenti drastici e talvolta improvvisi nella vita quotidiana: la morte di una persona cara, un divorzio, un licenziamento o un eccessivo carico di lavoro, difficoltà economiche, rapporti difficili in famiglia o con i colleghi.

Il processo del counselling  consiste di metodi pratici per ridurre i livelli di tensione e stress, tramite l’induzione di un profondo stato di rilassamento psico-fisico, oltre all’ascolto attivo, competenza fondamentale di un counsellor. Tali metodi consentono alla persona di allenarsi a sviluppare un atteggiamento più positivo e libero dai suoi trascorsi.

Il counselling è quindi un allenamento volto a coltivare un atteggiamento positivo, che la persona s’impegna volutamente ad intraprendere allo scopo di migliorare la qualità della propria vita. Entrambi, counsellor e cliente, si assumono la responsabilità congiunta di mirare ad ottenere risultati positivi, quali l’aumento del livello d’autostima e della fiducia del cliente nella propria capacità di risolvere vecchi problemi con nuovi sistemi. Il counselling, tuttavia, non cura le psicopatologie, che sono al di fuori dell’area d’intervento del counselling. Il counsellor non fa illusorie promesse di felicità, né garantisce risultati miracolosi, nello stesso modo in cui un allenatore sportivo non promette, né tantomeno garantisce, la vittoria automatica alle olimpiadi senza l’impegno dell’atleta ad allenarsi.

Il cliente, d’altro canto, non può nutrire l’aspettativa, anch’essa illusoria, che sarà il counsellor a risolvergli i problemi: il suo impegno attivo e costante giocherà un ruolo determinante nella buona riuscita dell’allenamento, proprio come la determinazione e l’impegno costanti dell’atleta contribuiranno in larga misura all’esito della gara.

Il counsellor non consiglia al cliente come vivere la sua vita di tutti i giorni. Tramite i già citati metodi d’ascolto attivo e per il rilassamento psico-fisico, il counsellor fornisce uno spazio sicuro per l’allenamento necessario, affinché il cliente possa gradualmente modificare la percezione negativa che ha di sé e focalizzare i pensieri sui risultati positivi che vuole ottenere. Una volta acquisita una visione più positiva di sé, degli altri e della vita in generale, il cliente si sentirà naturalmente in grado di prendere decisioni e compiere scelte da solo, in maniera autonoma e responsabile.

Il counsellor insegna al cliente a mettere in pratica nella vita di tutti i giorni i metodi del pensiero positivo, affinché egli possa assumere un ruolo attivo nel cambiamento. Alla base di tale disciplina c’è la fiducia nella capacità dell’essere umano di attingere all’innato potenziale creativo della propria psiche e di utilizzarlo attivamente per pensare, parlare e agire in maniera responsabile.

Nella relazione d’aiuto, entrambi cliente e counsellor esprimono loro stessi apertamente e, per favorire la comunicazione, i concetti e i metodi sono spiegati con parole semplici, piuttosto che con termini di difficile comprensione ai non addetti ai lavori. Alcuni detrattori criticano l’assenza di un lessico di matrice accademica, poiché presumono che l’uso di un linguaggio così semplice debba rispecchiare un pensiero superficiale e semplicistico. Al contrario, benché il linguaggio sia semplice, esso riflette una teoria dal ragionamento rigoroso, frutto dell’esperienza ventennale di Vera Peiffer nel campo delle discipline Ipnoterapeutiche.

Per  maggior informazioni contattaci