L’interazione che il leader ha nei confronti di un team è quello che viene usualmente denominata leadership.

Chi è un vero leader al giorno d’oggi? La definizione più accettata è quella che identifica la persona come punto di comando o di riferimento di un gruppo di individui.

Ma quali sono le sue caratteristiche, quelle che permettono ad un singolo di guidare gli altri, da un gruppo di amici fino ad una Nazione? Alcuni potrebbero dire che serve il carisma. La capacità di influenzare le opinioni altrui, di motivare la gente, di coagulare le loro forze verso un obiettivo comune. Tutte queste cose sono verissime, ma sono solo effetti dell’essere leader, nessuna di loro risulta essere il suo elemento più profondo.

Jack Welch, amministratore delegato della General Electric fino al 2001 e uno dei più autorevoli professori di management americani, ha affermato: “Quando non si è dei leader, il successo consiste semplicemente nel crescere. Quando si diventa leader, invece, il successo si materializza nel far crescere gli altri”.

La vera leadership, infatti, non si concentra sul semplicistico concetto di “dare gli ordini”, ma al contrario sull’abilità di guidare il proprio gruppo di collaboratori al loro successo individuale che confluisce poi nel successo del gruppo.

Il leader di successo si prende carico del benessere, della soddisfazione e del successo delle persone che dipendono da lui. Possiamo dire che la sua capacità di leadership cresce in misura proporzionale alla quantità di persone di cui decide di prendersi carico.

Più sono e più il leader guadagna in autorevolezza, esperienza e, in ultimo, anche in soddisfazione sua personale. Più un leader svilupperà queste caratteristiche, maggiore sarà anche il numero di persone di valore che vorranno seguire i suoi progetti, in quanto questi risulteranno, quasi automaticamente, vincenti.
I progetti allo stesso tempo non saranno vincenti solo per la bontà dell’intuizione che sta loro dietro, ma soprattutto in ragione delle persone di valore che credono ciecamente nella loro realizzazione.

Più e più volte nella storia si è visto che i progetti più assurdi sono stati raggiunti non per la loro dettagliata pianificazione (quella non guasta mai, ma allo stesso tempo non basta sempre) ma per la fede costante del leader e del gruppo di persone che collaboravano con lui.

Buddha, Gesù di Nazareth, Alessandro Magno, Napoleone, Churchill, Martin Luther King, Mandela e molti, molti altri. Tutti loro hanno saputo prendere nelle loro mani il destino di moltissima gente e grazie a questo li hanno potuti guidare verso cambiamenti epocali.

Sii dunque il cambiamento che vuoi vedere nel mondo
Gandhi

Richiedici gratuitamente più informazioni!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Cellulare (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Visualizza documento informativo ai sensi dell'art. 13, D.lgs 196/03

Preso atto dell'informativa di cui sopra, ai sensi degli Art.13, 23 e 24 del D.lgs 196/03, reso edotto delle conseguenze dell'eventuale rifiuto di conferire i dati, liberamente,
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l’invio di materiale informativo o pubblicitario, sotto forma di e-mail o posta ordinaria, da parte del titolare del trattamento.